fbpx

Unghie a ballerina: a chi stanno bene e come si realizzano?

Contenuti dell'articolo

Le unghie a ballerina sono una delle forme di unghia moderne: una sorta di fusione fra l’unghia mandorla e l’unghia quadrata. Fra le più richieste, perfette per la stagione estiva, si prestano a tanti tipi di nail art, valorizzando le mani e dando carattere allo stile. Si possono realizzare sull’unghia naturale, ma ottengono il più bel risultato con la ricostruzione, in gel o in acrilico.

Questa forma d’unghia prende il nome dalle scarpette col gesso della danza classica, che hanno una forma inconfondibile. In realtà, l’unghia a ballerina può essere chiamata anche “Coffin Nails”, ispirandosi alla bara, anche se a noi piace di più la correlazione con la scarpetta da punta.

Unghie a ballerina
Unghie a ballerina

La forma delle unghie a Ballerina

La forma a ballerina appare come una mandorla, o uno stiletto, con la punta mozzata: quadrata e precisa. Mette infatti insieme la linea morbida dei laterali con la precisione del bordo libero, che risulta dritto e lineare. Lateralmente ci salta all’occhio la bombatura o il balance point, raramente il secondo, se siamo in presenza di una ricostruzione.

I passaggi per la Ricostruzione delle unghie a Ballerina

Parte fondamentale di questa forma è proprio la limatura, che deve essere precisa ed eseguita con tecnica. La forma a ballerina infatti è morbida ed obliqua sui laterali, per poi presentarsi netta sul bordo libero. Vediamo i passaggi fondamentali nella ricostruzione delle unghie a ballerina – o coffin nails.

Per creare questa bellissima e caratteristica forma serve un buon margine libero, essendo un modello allungato. Va benissimo realizzarla su unghie naturale, se le abbiamo lunghe – forti e resistenti, ma l’ideale è crearle su una ricostruzione, in modo da renderle durature e impeccabili.

La manicure per le unghie a ballerina

Per creare le unghie a ballerina dobbiamo innanzitutto preparare la mano, l’ideale è eseguire la dry manicure: una manicure a secco, perfetta per pulire il girocuticole ed ottenere unghie stupende. Viene infatti chiamata anche “sistema unghie perfette” o “manicure russa”. Questo passaggio è fondamentale in quanto andremo a pulire l’unghia, ma soprattutto a prepararla per la ricostruzione, evitando così di non far aderire al meglio il prodotto – qualsiasi esso sia -, e minimizzando i rischi di rottura o lesioni.

unghie a ballerina
limatura delle unghie a ballerina

La ricostruzione: Gel o Acrilico per l’unghia a Ballerina?

Le opzioni di ricostruzione unghia per realizzare le unghie a ballerina sono due:

Ricostruzione in Gel dell’unghia a Ballerina

Se vogliamo andare a realizzare la forma a ballerina con in gel, dopo la manicure, dovremo andare ad applicare la formina con delicatezza, applicare il prodotto e dare la forma designata. Dobbiamo prestare molta attenzione alla perfetta bombatura, che previene rotture e danni all’unghia. Successivamente andiamo a limare aggiustando la forma: la limatura è infatti il vero segreto di questa forma, che conquista tutti.

Ricostruzione in Acrilico dell’unghia a Ballerina

In questo caso possiamo lavorare con formina, quindi applicare il prodotto e aggiustarlo prima di limarlo. Oppure con tip: anche qui andiamo ad applicare il prodotto e – una volta trasposto sull’unghia – andiamo a limarlo.

Se scegliamo l’acrilico, ricordiamoci che asciuga in fretta, dovremo quindi creare subito una forma perfetta. Cimentiamoci in questa tecnica solo se la padroneggiamo al meglio (per imparare puoi seguire il corso acrilico di Accademia Unghie).

Un vantaggio di questa tecnica è la possibilità di costruzione 3D: l’acrilico consente infatti di realizzare bellissime tridimensionalità, che possono dare un valore aggiunto a questa forma d’unghia.

Entrambe le tecniche in ogni caso consentono di mantenere le unghie a ballerina ricostruite per 3/4 settimane, evitando così di dover pensare continuamente alla manicure e permettendoci di avere sempre unghie perfette.

La bombatura delle unghie a ballerina

Quando andiamo a lavorare le unghie a ballerina dobbiamo prestare molta attenzione alla realizzazione della bombatura – o del balance point. Le due tecniche che vanno a creare la tipica forma dell’unghia ricostruita che si può vedere di profilo. Rispettivamente la prima tecnica si usa per quasi tutte le forme, fra cui quella a ballerina, mentre la seconda si predilige nel caso dell’unghia quadrata o altre forme moderne. In ogni caso è quasi sempre una scelta personale, detta anche dal gusto delle clienti.

Per realizzare la bombatura dovremo andare a trovare prima di tutto l’Apice: il punto di massimo altezza. Generalmente posto a 1/3 del letto ungueale. Proprio su questo punto dovremo andare a porre il prodotto, poi portarlo verso il girocuticole assottigliando e infine in avanti verso il bordo libero, creando una stesura il più possibile omogenea ed adeguata alla lunghezza dell’unghia. L’apice deve rimanere il punto più alto e l’unghia dovrà andrà poi ad assottigliarsi nelle altre direzioni, ma vedremo come nella limatura.

Perché la bombatura nella Ballerina shape?

Realizzando questa forma si va a creare la bombatura perché risulta più armonica e fattibile: il balance point prevede di non avere un assottigliamento sul bordo libero o sui bordi laterali, ma tenere tutto il prodotto in un’unica linea di spessore per tutta la ricostruzione dell’unghia. Eccetto il punto che precede l’apice. Questo ovviamente non è l’ideale nel caso dell’unghia a ballerina. La bombatura consente di creare una forma elegante e armonica, permette all’unghia di resistere agli urti e dà l’estetica curva a C.

Bombatura
Bombatura

La limatura

Proprio la limatura va a creare questa particolare forma nella forma a ballerina. Nonostante questo, dobbiamo cerca di fare una ricostruzione il più possibile pulita in modo da dover limare meno, ma aggiustare solamente la forma. Teniamo la lima in posizione diagonale ed effettuiamo movimenti precisi nello stesso verso. Serve molta precisione e attenzione per limare questa forma, e si possono usare due metodi:

  1. si parte limando prima i laterali, creando due linee oblique che si restringono verso il bordo libero. Successivamente si lima il bordo libero in modo netto, per poi passare al girocuticola, la piazzetta e infine arrotondare la forma;
  2. si inizia dal bordo libero, rendendolo netto e squadrato, si passa successivamente a limare i bordi laterali, il girocuticola, la piazzetta e infine – anche qui – arrotondare la forma.

Altre possibilità: unghia naturale e tip artificiale

L’unghia a ballerina può essere creata anche sull’unghia naturale: in questo caso dovremo avere un’unghia forte e lunga, in grado di resistere e mantenere la forma. Dovremo andare semplicemente a fare la manicure e la limatura adeguata per realizzare la Coffin nails. In seguito applicare colore e top coat.

Un altro metodo è quello di comprare tip con colla in profumeria o negozi per il benessere della persona, ed applicarle sulle unghie naturali. Può essere che anche in questo caso vada realizzata la limatura. Chiaramente la durata sarà breve, ma può essere un buon compromesso se dobbiamo partecipare a un evento o una serata e non abbiamo fatto in tempo a preparare le nostre mani.

A chi stanno bene le unghie con forma a Ballerina

Vediamo ora a chi dona questa forma particolare! L’unghia dalla forma ballerina rende il suo meglio su mani con dita affusolate e regolari, con un letto ungueale stretto. Non sono l’ideale su dita lunghe, perché creerebbero l’effetto artiglio, ma neanche su dita tozze: sarebbero troppo disarmoniche. In questi casi è meglio scegliere un altro tipo di forma, che valorizzi al meglio la tipologia di dita.

Versione corta

Ricordiamo che c’è la versione corta: l’unghia a ballerina corta, che mantiene la stessa forma ma su una lunghezza minore. Più portabile anche dalle ragazze e donne sportive, questa forma slancia le dita e si adatta anche a dita più lunghe.

I colori e le nail art perfette

nail art su unghie a ballerina blu e floreale
nail art su unghie a ballerina blu e floreale

I colori più adatti

L’unghia a ballerina è perfetta nei colori nude, rosati o lattiginosi, che vanno a ricordare la scarpetta da danza a cui si ispira. Questo però non è l’unico colore ottimale: rende benissimo anche con colori terreni o scuri, come il nero, il petrolio o il marrone caldo.

Per una perfetta ballerina estiva, i colori pop spiccano e accentualo la forma, mentre se siamo più delicate possiamo optare per una ballerina french, magari particolare invece che con la classica french manciure. La forma lunga infatti permette di sbizzarrirsi in dettagli: possiamo creare la linea bianca obliqua, oppure spezzata o curva. Possiamo anche aggiungere uno swarovski, rendendo le mani ancora più preziose.

Le nail art più belle per le unghie a Ballerina

Un effetto splendido sull’unghia ballerina è il babyboomer: delicato, un vero passe-partout. Se invece ci piacciono disegni più dettagliati o sgargianti, con questa forma possiamo davvero osare molto, qualche esempio qui. Lo spazio libero per la creazione infatti è ampio, dalle decorazioni floreali a quelle più geometriche. Lasciati ispirare dalla micropittura!

Se vuoi imparare anche tu a creare la ricostruzione perfetta e valorizzare al meglio le tue mani e quelle delle tue clienti, iscriviti ad Accademia Unghie! La prima accademia italiana per diventare Onicotecnica specializzata.